Login
 

approfondimenti...

 

 

 

 

Ratio Formationis

 

 

 

 

  

Formazione Filosofico-Teologica...

 

 

formazione di base ...

 

FORMAZIONE DI BASE NEI PRIMI 3 ANNI E MEZZO

6,3 Questo periodo formativo di 3 anni e mezzo, lo si compirà nelle apposite case e con gli appositi formatori, a norma del presente Statuto e del Codex Iuris Canonici (cfr CIC 630).

 

Casa di formazione per i fratelli

6,4 LA CASA DI FORMAZIONE per i fratelli sia tripartita per quanto possibile nel seguente modo in un’unica struttura (o nella medesima città in luoghi distinti sempre per diverse aree):
      AREA A) area esperienza e prenoviziato, con formatore specifico nominato secondo le norme striscia.JPGdel presente Statuto (cfr Cap. 7, 4b);
      AREA B ) area noviziato, con formatore specifico nominato allo stesso modo; 
     AREA C) area studentato post-noviziato, con direttore possibilmente specializzato in Sacra striscia.JPGTeologia Fondamentale, anche questo nominato nel suddetto modo.

Casa di formazione per le sorelle

6,5 LA CASA DI FORMAZIONE per le sorelle sarà strutturata esattamente come quella dei fratelli. Naturalmente, mai nello stesso luogo insieme ai fratelli.

 

Formazione nell’arco dei primi 18 mesi (periodo di esperienza e di pre-noviziato)

6,6 Gli strumenti di discernimento sono cronologicamente i seguenti:

      a) Per iniziare, 2 o 3 fine settimana di esperienza di reciproca conoscenza  (esterna o  striscia.JPGinterna alle clausure, secondo i casi).
       b) Poi 15 giorni circa di esperienza.
       c) A seguire, un’esperienza di minimo 6 mesi (prolungabili).
       d) Fa seguito un 1 anno di prova detto pre-noviziato.

Formazione spirituale:

6,7  a) L’ARTICOLATA PREGHIERA, da approfondire tutti i giorni con: l'Adorazione Eucaristica striscia.JPGmattutina, la Liturgia delle ore, la Celebrazione Eucaristica, il Rosario meditato e il striscia.JPGSacramento della Penitenza settimanale.
        b) STUDIO DELLA DOTTRINA CATTOLICA per tappe.
        c) CORSO BIBLICO, secondo l’indole della comunità.
        d) CORSO SPIRITUALE SPECIFICO, principalmente sulla spiritualità di San Francesco d’Assisi, di striscia.JPGS. Teresina di Lisieux, S. Pio da Pietrelcina e S. Massimiliano M. Kolbe.
       e) LA SPIRITUALITÀ SI ARRICCHISCA SEMPRE PIÙ con l’approfondimento della vita di altri striscia.JPGsanti. Tutto ciò, avvenga con serenità e gradualmente .

 

Formazione esistenziale :

6,8 L’anzidetta formazione spirituale, sarà basata, non sul sabbioso fondamento di sole parole (cfr Mt 7, 26-27), ma sul fondamento roccioso della “concreta pratica” evangelica (cfr Mt 7, 24-25), come insegna Gesù (cfr Lc 6, 47-48). Pertanto, tutta la formazione sarà accompagnata costantemente da esperienze pratiche di missionarietà ordinaria e straordinaria .

 

 

Formazione nell’arco dei 2 anni di noviziato

6,9 Le condizioni richieste per essere ammessi nel noviziato sono le seguenti:

      a) Piena comunione con la Chiesa Cattolica nella fede, i sacramenti e il governo.
      b) Adesione convinta allo stile di vita espresso nel presente Statuto.
      c) Aspirare alla santità, che ha in Cristo la sua fonte ed origine (cfr LG 40.47).
      d) Età minima di 17 anni stabilita dal codice (cfr CIC 643).
      e) Battesimo e confermazione, di cui si deve presentare il certificato.
      f)  Una lettera di presentazione di un Sacerdote.
      g) Maturità, indole e salute adatte a poter vivere appieno il carisma (cfr CIC 642).

6,10 Saranno oggetto di particolare approfondimento:
      a) La Sacra Scrittura.
      b) La teologia spirituale, specialmente della vita consacrata e dei consigli evangelici.
      c) La storia della Chiesa in modo graduale.
      d) Esperienze saltuarie di vita apostolica al di fuori della casa di formazione (cfr CIC 648 §2)striscia.JPGcosì da approfondire meglio il carisma dei piccoli frati e delle piccole suore.

6,11 Il noviziato, per essere valido giuridicamente, deve essere compiuto in una casa regolarmente designata allo scopo, eccetto i casi particolari o modi di eccezione su concessione del Servo Generale con il consenso del suo consiglio, o in un'altra casa dell'Istituto sotto la guida di un religioso provato, che faccia le veci del maestro dei novizi (cfr CIC 647§2-3).

Copyright (c) 2000-2020